Alboino e Rosmunda

Alboino sconfigge i gepidi nel 567 d.c, la vittoria è assoluta secondo Paolo Diacono, i longobardi distrussero la tribù dei gepidi con grande ferocia, dove sopravvissero poche persone,tra i caduti anche il condottiero dei gepidi Cunimondo.Per sottolineare il proprio trionfo Alboino fa mozzare la testa del proprio rivale e si fa costruire una coppa con il suo teschio. Un macabro trofeo per la sua sala dei banchetti. Alboino si appropria anche di un altro trofeo, la figlia di Cunimondo, Rosmunda che diventerà sua sposa. Un sera durante un banchetto invitò a bere Rosmunda nel teschio del padre, una profonda angoscia e sete di vendetta crebbe nel suo cuore.

L’orgogliosa Rosmunda  piena di risentimento nei confronti di Alboino, si vendicò uccidendolo con l’aiuto del suo amante.

Far Arecon

Attachment

119422 119422 300px-Assassination_of_Alboin1