La DOP Monti Iblei

A raccontarcelo e il Consorzio D.O.P. Monti Iblei che nasce per tutelare e diffondere le qualità dell’Olio Extravergine di Oliva prodotto nell’area dei Monti Iblei, limitatamente alle province di Ragusa, Siracusa e Catania, ovvero nella parte orientale della Sicilia, quella più a sud conosciuta come Val di Noto: da questa antica terra provengono oli caratteristici per il loro sapore armonico dal fruttato medio-intenso, dal colore verde-oro, dal gusto fruttato con sentori di erbe, pomodoro verde e carciofo, con note di amaro e piccante armonicamente in equilibrio tra loro.
La DOP “MONTI IBLEI”, è il riconoscimento ufficiale delle caratteristiche di pregio dell’olio ottenuto nel comprensorio omogeneo dei Monti Iblei. La sigla DOP, denominazione di origine protetta, di fatto sta ad indicare che la qualità e le caratteristiche di pregio di questi oli derivano essenzialmente dall’ambiente geografico in cui vengono coltivate e trasformate le olive.
Una eredità da proteggere
L’olio extravergine di oliva si ottiene dal frutto della pianta di Olivo. L’oliva è un frutto carnoso detto, in botanica, drupa.
Il fatto che l’olio di oliva si estragga da un frutto e non da un seme, è molto importante dal punto di vista organolettico, nutrizionale e salutistico poiché oltre ai grassi molte altre sostanze preziose, tipiche solo dei frutti, si trasferiscono nell’olio.
L’olio extravergine di oliva è un “succo di frutta”; uno dei pochi prodotti dell’agricoltura derivati da un frutto, per semplice estrazione fisico-meccanica, che può essere consumato direttamente senza che subisca ulteriori processi industriali. Più di ogni altro prodotto alimentare, la sua qualità dipende dalla delicatezza con cui si eseguono tutte le lavorazioni del frutto (l’oliva).
Le caratteristiche di pregio di un olio extravergine di oliva sono:
1. La tecnologia di estrazione è solo fisico-meccanica, senza alcuna aggiunta di solventi chimici;
2. Presenza nell’olio di una serie di componenti minori, derivati dal frutto dell’oliva (steroli, squalene, alcoli, pigmenti, fenoli, tocoferoli e sostanze volatili) che costituiscono la frazione insaponificabile;
3. Composizione equilibrata in acidi grassi ( in saturazione intermedia)
Un buon olio deve possedere alcune caratteristiche di particolare importanza.
L’aspetto visivo non è un carattere fondamentale all’olfatto; invece, dobbiamo sentire un odore più o meno intenso, che ricordi il frutto fresco dell’oliva (fruttato); infine, assaggiandolo, l’olio deve dare una leggera sensazione di amaro e piccante alla base della lingua, non deve essere untuoso, deve essere fluido e lasciare la “bocca pulita”.
Il consumatore può riconoscere un prodotto di qualità assaggiando direttamente il prodotto, leggendo ed individuando in etichetta il marchio comunitario DOP (Denominazione di Origine Protetta) e IGP ( Indicazione Geografica Tipica) che danno garanzia che quel prodotto è stato sottoposto a severi controlli di tracciabilità ed all’analisi organolettica di un Panel ufficiale.
Consumare olio extravergine di oliva DOP significa avvicinarsi al territorio di origine, alla sua storia, alle sue tradizioni ed apprezzare il frutto del lavoro dell’uomo. La nostra terra di Sicilia, grazie alla secolare abilità ed esperienza degli olivicoltori e frantoiani, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento europeo. L’ampia gamma di profumi e sapori che le tre varietà principali di oliva sono in grado di esprimere, consentono di ottenere oli unici ed inimitabili.
La DOP MONTI IBLEI è il riconoscimento dell’olio extravergine di oliva prodotto nell’area degli Iblei, territorio omogeneo a sud della Sicilia, nel cuore del mar Mediteraneo antica porta di ingresso dell’olivo in Europa.

 

 

Attachment

1396119966-lolio-eccellenza-enogastronomica-iblea-volano-di-promozione