L’Altra Cucina

Lo chef stellato Lorenzo Cuomo del Re Maurì cucinerà per i detenuti del carcere di Salerno. Tappa campana dell’iniziativa “L’altra Cucina… Per un pranzo d’amore”.

Parteciperà anche Lorenzo Cuomo, lo chef stellato del ristorante Re Maurì di Salerno all’iniziativa “L’ALTrA CUCINA …per un pranzo d’amore”, l’evento, giunto alla terza edizione che ha dato vita auno speciale pranzo per la vigilia di Natale, coinvolgendo oltre 1500 detenuti e donne detenute con i loro bambini.

“L’ALTrA CUCINA …per un pranzo d’amore”è stata promossa, in collaborazione con il Rinnovamento nello Spirito Santo, da PrisonFellowship Italia Onlus, una organizzazione federata a PrisonFellowship International che lavora in oltre 130 Paesi nei 5 Continenti per migliorare le condizioni di vita dei detenuti e alleviarne le sofferenze.

Quest’anno, giovedì 22 dicembre, il pranzo preparato dagli chef stellati, verrà allestito in 6 carceri: Opera (Milano), Rebibbia (Roma), Casal del Marmo (Roma), Sant’Anna (Modena), Salerno e Pagliarelli (Palermo).

Desideriamo che tutti i detenuti abbiano non appena un pranzo, ma un Pranzo da Re – hanno spiegato gli organizzatori -.Il nostro sforzo non è soltanto diretto a donare un giorno di festa a chi soffre l’esperienza dolorosa del carcere, ma anche a richiamare l’attenzione di tutti e coinvolgere il maggior numero di persone per far sì che il carcere, come dice Papa Francesco, possa diventare un luogo di inclusione e di stimolo per tutta la società, perché sia più giusta, più attenta alle persone”.Lo scorso anno a Rebibbia ha partecipato Heinz Beck, a Milano Filippo La Mantia, a Modena Carmine Giovinazzo campione di Master chef, a Casal del Marmo Marco Moroni e a Palermo Giampiero Colli.

L’edizione di quest’anno si arricchisce con Lorenzo Cuomo a Salerno,a Milano Tommaso Arrigoni, a Modena Carmine Giovinazzo, a Casal del Marmo Marco Moroni, a Palermo Pietro D’Agostino, a Rebibbia Cristina Bowerman. A servire ai tavoli cantanti, attori, comici, personaggi e volti noti del mondo dello spettacolo che, durante il pranzo, si esibiranno per rallegrare i commensali.

La cucina è un modo per donare qualcosa agli altri – ha detto lo chef del Re Maurì di Salerno, Lorenzo Cuomo, stella Michelin 2016 e 2017 -, che sia una emozione o che sia una carezza. Ho aderito con grande convinzione a questa iniziativa e spero che i miei piatti possano contribuire a far trascorrere a queste persone una giornata diversa e magari – ha poi concluso – a stimolare in qualcuno la voglia di dedicarsi alla cucina, come passione e, perché no, come lavoro una volta usciti dal carcere”.

L’Ufficio Stampa

 

Salerno, 20 dicembre 2016

Attachment

lorenzo-ridotta