Cena della Legalità Altrove Ristorante

Mercoledì 23 maggio  Altrove Ristorante organizza la Cena della Legalità in occasione della #Giornata Della Legalità, della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie

Mani che si incontrano, mani di uomini che lavorano ed esprimono la loro arte attraverso il cibo,  mani che si stringono in un emblematico abbraccio, uomini che amano il loro paese, e attraverso il cibo e la creatività nel comporlo, formulano insieme un messaggio di legalità e speranza. ma anche rispetto e  difesa dell’ambiente: la Chef Claudia Massara e lo Chef Filippo Cogliandro – Chef Patron del ristorante L’A Gourmet L’Accademia di Reggio Calabria, prepareranno a 4 mani  “La Cena della Legalità”.

Filippo Cogliandro e Claudia Massara, 4 mani insieme per una sera dove i sapori e i colori della Calabria si sposano con il mondo dalla cultura multietnica in uno spazio bellissimo nel Quartiere Ostiense di Roma, un viaggio nelle tradizioni del mondo, dove i sogni di tanti giovani si  intersecano con  quelli che amano viaggiare tra i sapori, in tutto il mondo.

Il progetto delle Cene della Legalità nasce nel 2013 per raccontare, con un tour nelle città italiane e all’estero, il lavoro dello chef calabrese che si è ribellato alla logica del pizzo. Attraverso queste cene, Cogliandro abbina la sua cucina a quella di uno chef che lo ospita… così il cibo diventa il mezzo per raccontare e diffondere storie ed emozioni al pubblico e affermare la cultura della legalità e della giustizia sociale.

Legalità come etica ma anche cura e rispetto del territorio, infatti alcune portate di questo menù verranno realizzate con prodotti di cooperative che si impegnano nel contrasto al sistema mafioso come le lenticchie di Libera Terra e il pomodoro di Funky Tomato.

E poi tante storie dietro Altrove, che ha come claim Porte aperte sul mondo :la storia di Altrove inizia da molto lontano, un racconto  fatto di tanti racconti: quelli di persone che a loro volta arrivano da lontano, da terre difficili, zone di conflitto o di povertà assoluta, ma a volte anche da  zone disagiate delle nostre città.

Perché la storia di questo ristorante è la storia di un progetto molto grande. che include formazione e inserimento al lavoro, integrazione sociale e autosufficienza economica, praticamente un’attività di ristorazione a tutto tondo ma anche  centro di aggregazione giovanile gestito dal Cies (Centro Informazione ed Educazione allo Sviluppo), che si occupa di sostegno allo studio, attività ricreative, insegnamento della lingua italiana, avviamento al lavoro con corsi professionali….. e sono storie di ragazzi arrivati da tutto il mondo e sarebbero tutte da raccontare: c’è Khoudia che viene dal Senegal che a luglio ha iniziato un percorso professionale presso Yugo Fusion Bar; Sarah, nata in Italia da genitori filippini, oggi al Korean BBQ Galbi, o Mohammed dall’Egitto che lavora alla pizzeria Al Ferro.

 La serata avrà inizio alle 19.30 con un brindisi di benvenuto e una breve introduzione di Elisabetta Melandri, Presidente del Cies Onlus. A seguire due testimonianze: quella di Danilo Chirico, giornalista, scrittore, autore e Presidente dell’Associazione antimafie daSud, e quella dell’autrice Giulia Minoli che presenterà un estratto del documentario “Dieci storie proprio così” realizzato da lei e da Emanuela Giordano.

 A seguire, la presentazione dell’ospite lo Chef Filippo Cogliandro e del suo progetto L’A Gourmet, l’Accademia calabrese che aderisce all’Alleanza Slow Food dei Cuochi: una rete di oltre 700 chef di osterie, ristoranti, bistrot e cucine di strada che sostengono i piccoli produttori custodi della biodiversità. La parola andrà poi agli ospiti padroni di casa, la Chef Claudia Massara e alla brigata di Altrove, che racconteranno il nostro progetto e l’ideazione del menu della serata.

Cristina Vannuzzi

Altrove Ristorante

via Benzoni 34,

00154 Roma