CUCUNCI DI SALINA

di Cris Lozio

I Cucunci sono i frutti della pianta conosciuta col nome scientifico di “Capparis Spinosa” cioè la pianta del cappero.

Presente in grande quantità sull’isola di Salina, è un prodotto unico e pregiato anche per via delle sue caratteristiche gastronomiche e botaniche.

I cucunci non sono molto conosciuti come invece i capperi (boccioli del fiore), e non tutti sanno che hanno un notevole impatto benefico anche sulla nostra salute.

Il cucuncio è infatti ricco di quercetina, sostanza con potenti proprietà diuretiche e manutentrice naturale dei vasi sanguigni, usata da molti anni nel campo erboristico e farmacologico.

I cucunci, si raccolgono nel mese di agosto, e dopo la raccolta devono essere lavati, asciugati all’aria e messi in un contenitore coperti di sale grosso affinché perdano la loro umidità interna ed il sapore amaro.

Dopo la salamoia vengono sciacquati e posti in barattoli con il liquido ottenuto dall’ebollizione di aceto bianco e acqua. Nella cucina eoliana sono molto usati, nei primi piatti come nei secondi, ma negli ultimi tempi è nel finger food che stanno avendo un notevole successo.