FATTORE COMUNE

di Fabrizio Salce

Grande successo anche per la seconda edizione di “Fattore Comune” il progetto nato come evento mirato a sviluppare sinergie tra quelle eccellenze italiane, tutelate dall’Unione Europea, che vantano la protezione accordata alla denominazione dei rispettivi Comuni da cui provengono.

A organizzare il momento di promozione dei prodotti Il Consorzio della Focaccia di Recco col formaggio unitamente al patrocinio del Ministero della Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo, della Regione Liguria, Comune di Recco, Camogli, Sori e Avegno e Camera di Commercio di Genova.

La prima edizione di “Fattore Comune” si è indubbiamente rivelata come una importante occasione d’incontro per produttori, Consorzi, Amministrazioni e Istituzioni, durante la quale presentare e raccontare i percorsi fatti, i risultati e gli obiettivi raggiunti, un vero laboratorio di esperienze e nuove idee.

Vi presero parte lo scorso anno alcune denominazioni come il Lardo di Arnad DOP della Valle d’Aosta, la Robiola di Roccaverano DOP del Piemonte, i Maccheroncini di Campofilone IGP della Marche, il Prosciutto di Norcia IGP dell’Umbria, il Pane di Genzano IGP del Lazio e naturalmente la Focaccia di Recco col formaggio IGP della Liguria.

Prodotti e luoghi sempre più apprezzati dal vasto pubblico di appassionati delle eccellenze agroalimentari di grande qualità e di quella forma di turismo enogastronomico diventato oggi uno dei mezzi di promozione turistica più importanti per il nostro paese.

Anche quest’anno “Fattore Comune” ha avuto come cornice il delizioso teatro di Sori (GE) ed è stato sviluppato in due momenti di dibattito. Il primo, dedicato alla tutela e ai controlli per le produzioni di qualità in difesa del consumatore, ha visto protagonisti il Dr. Luigi Polizzi del Ministero della Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo, il Ten. Col. Mario Fiordaliso del reparto per la tutela Agroalimentare dei Carabinieri, il Dr. Giovanni Govi dell’Istituto Controllo Qualità e Repressione Frodi e Silvano Zaccone in rappresentanza di Slow Food.

A seguire, sempre per la prima fase dell’incontro, sono scesi in campo i prodotti ospiti all’edizione 2018.

Il Barolo DOCG e il Bra duro e tenero DOP per il Piemonte, il Puzzone di Moena DOP per il Trentino Alto Adige, il Lardo di Colonnata IGP per la Toscana, i Funghi di Borgotaro IGP per l’Emilia Romagna e naturalmente la Focaccia di Recco col formaggio IGP indiscussa padrona di casa. La conduzione dei dibattiti è stata affidata a Federico Quaranta (Linea Verde – Decanter).

I prodotti sono stati rispettivamente accompagnati da: Renata Bianco Sindaco di Barolo, Stefano Pesci Consorzio Barolo, Franco Biraghi Presidente Consorzio Bra, Andrea Morandini Caseificio Sociale di Moena e Predazzo, Fausto Guadagni Larderia Guadagni, Antonio Mortali Consorzio Fungo Borgotaro, Mario Marini Chef, Gian Luca Buccilli Vicesindaco Recco, Maura Macchiavello Presidente Consorzio Focaccia di Recco.

La seconda fase dell’evento è stato il momento conviviale organizzato presso uno dei ristoranti associati al Consorzio della Focaccia di Recco all’interno del quale sono stati allestiti gli spazi dedicati ad ognuno dei prodotti DOP e IGP presenti e ad alcune eccellenze liguri grazie al Consorzio Olio Extravergine Riviera Ligure DOP, al Consorzio Basilico Genovese DOP e all’Enoteca Regionale di Liguria con i relativi banchi di assaggio.

Anche quest’anno alla manifestazione hanno preso parte giornalisti di varie testate di settore e non, così come molte sono state le attività di ristorazione e commerciali del territorio che hanno offerto il loro contributo. Un evento di successo, ben organizzato e di indiscusso valore culturale e promozionale. Un grazie particolare al Consorzio della Focaccia di Recco, a Daniela e Lucio Bernini. Continuare così è di buon gusto.

www.focacciadirecco.it