OLIO & BASILICO… Con Giacomo Garau la pizza trova casa

di Luigi Vitale

Il Parco Regionale di Roccamonfina è una splendida area naturale dove il verde e le sorgenti d’acqua rendono il paesaggio davvero suggestivo.

A pochi chilometri da questa riserva, dominata dal più antico apparato vulcanico della Campania, il Roccamonfina, c’è una “tana del gusto” che vale la pena visitare.

È la pizzeria “Olio & Basilico”, situata precisamente nel comune di Calvi Risorta (CE), cittadina sita in un territorio antichissimo conquistato nel 335 a.C. dai Romani ed a pochi chilometri dalla uscita autostradale di Capua.

Il pizzaiolo è anche il proprietario di questa raffinata pizzeria e si chiama Giacomo Garau, casertano verace che da buon appassionato di cucina fin da ragazzino, decise di frequentare l’istituto alberghiero.

La sua passione per la pizza nascerà, invece, poco più avanti e succederà per caso: Garau ha appena 17 anni quando una sera, in una pizzeria di amici di famiglia, chiese di preparare per divertirsi da solo una pizza.

Doveva essere solo un gioco, ma da allora il pizzaiolo non ha più smesso.

Insomma un amore a…primo tatto.

Garau inizia quindi ad apprendere le prime tecniche di preparazione dell’impasto, i primi trucchi del mestiere cercando sin da subito di trovare la ricetta segreta per un impasto perfetto, che per lui è fondamentale.

Ama infatti definirsi un autodidatta, studia leggendo moltissimo e frequenta corsi presso l’Accademia della Pizza.

“Noi pizzaioli prepariamo tantissime pizze -afferma il pizzaiolo di Olio & Basilico- e per questo lavoriamo ogni giorno con molti ingredienti diversi tra loro.

Tra le tante materie prime, quelle che mi affascinano di più sono, senza dubbio, l’olio ed il basilico.

L’olio –continua Garau- è anche ricco di sostanze nutritive, mentre il basilico mi affascina per il suo aroma e profumo caratteristico.

Ed è proprio per questo motivo –conclude- che ho voluto chiamare la mia pizzeria Olio & Basilico”.

Il locale, che si trova a pochi minuti dal centro storico di Calvi Risorta, è aperto da soli tre anni, e sin dai primi mesi le pizze di Garau hanno avuto successo.

Nei primi anni la pizzeria contava circa settanta posti a sedere e un solo forno a legna, mentre oggi il locale è stato ingrandito, ossia due forni (rigorosamente a legna) ed oltre 140 posti a sedere, suddivisi in due sale tra loro diverse…una con tonalità chiare e l’altra con colori tendenti allo scuro.

Ma, nonostante tutto, Garau non intende di certo fermarsi. “Sto cercando di ampliare la mia pizzeria –riprende euforico il leader di Olio & Basilico- con una nuova sala per ridurre i tempi di attesa dei miei clienti e voglio migliorare anche il mio menù gastronomico.

Vorrei, infatti, coltivare la mia passione per la cucina, passione che ho sin da quando sono ragazzino e per questo non vorrei limitarmi a preparare solo pizze, ma aggiungere qualche piatto al nostro menu”.

In questa zona la terra è generosa e i prodotti naturali eccellono per l’alta qualità e per Garau è quasi un gioco da ragazzi riuscire a selezionare ingredienti soddisfacenti.

La perfezione, poi, la regala la sapiente mano del pizzaiolo che, dopo aver selezionato delle ottime materie prime, le combina in maniera perfetta riuscendo a sformare ottime pizze con un impasto leggero e gradevole.

La mia visita gastronomica di qualche mese fa è stata piacevole e Garau mi ha proposto tre pizze veramente interessanti.

La prima che ho gustato è stata “La Bufalina doc”, ossia una pizza con Pomodoro San Marzano DOP, Mozzarella di Bufala Campana DOP a crudo, Basilico ed Olio Evo.

Dopo qualche minuto al tavolo è arrivata “La Pizza del Monaco”, ossia pizza con Fior di latte di Agerola, pancetta di maialino nero casertano, zucchine grigliate e Provolone del Monaco.

Il percorso si è chiuso con la pizza “Carciofi e provola del Matese”, ovvero pizza con Fior di latte di Agerola, provola affumicata del Matese (gradevole valore aggiunto, ndr.), carciofi freschi di stagione, olio Evo e all’uscita, Cacioricotta del Cilento.

In questa pizzeria è, poi, possibile trovare impasti alternativi a quelli tradizionali.

C’è quello alla canapa, ricco di proteine, Omega 3 e Omega 6, vitamine e sali minerali.

C’è l’impasto multi cereali, che si distingue per la sua croccantezza.

È dunque possibile scegliere inoltre anche l’impasto alla curcuma, dal sapore dolce.

Infine, l’impasto con la farina di grano arso, dal sapore aromatico, caratteristico dell’affumicatura.

In conclusione la pizzeria “Olio & Basilico” è promossa in pieno e vale il viaggio sino a Calvi Risorta (CE).

Garau è attento alla richiesta di ogni consumatore, ama passare di tavolo in tavolo per ascoltare i pareri di chi ha provato la sua pizza perché, come egli stesso ama dire, “non c’è cosa più soddisfacente di far contenti i propri clienti”.

Bravo Giacomo! In bocca al lupo!

 

www.pizzeriaolioebasilico.it