Chef Michele Mazzola La mia passione è la Cucina Mediterranea

di Patrizia Zinno

Lo Chef Michele Mazzola, una carriera lievitata dolcemente ed ha fatto della sua passione per la cucina un mestiere. La sua terra nel cuore è Sorrento, che  ha visto crescere un ragazzo semplice che si da piccolo aveva le idee chiare, diventare da grande uno Chef. La cucina è la sua vera passione a cui ha dedicato i momenti giovanili della sua vita per imparare, per studiare e scoprire l’arte di combinare tecniche e sapori, per trovare quelle affinità che rendono con il tempo l’opera perfetta.

Michele:- In cucina io provo infinite emozioni, che mi spingono ad amalgamare i sapori della tradizione ed il gusto del territorio dove la bellezza è sinonimo di bontà. La mia terra mi ha visto nascere e crescere, dove il profumo del mare è tutt’uno con l’aroma della natura generosa, ricca di alberi di noci, olive, arance profumate e limoni genuini e dove in alta montagna gli animali vanno al pascolo e producono ottimo latte  per fantastici provoloni e fiordilatte locali. La mia storia è un lungo cammino e tante esperienze in giro per il mondo. Prima l’ Università della Cucina Mediterranea ed il sito Cuoco a Casa Mia, mi  avvicinano a diversi eventi culinari sul territorio e di lavorare all’interno di Ristoranti importanti come O’ Canonico, Donna Sofia, Acqu’e Sale e partecipare a tanti eventi di solidarietà e serate di beneficenza, una crescita molto bella, culminata con la conquista anche  del titolo di Chef top Italia nel 2016.-

Michele non ama rifugiarsi dietro comode  “mode gastronomiche” ma personalmente ha scelto di andare a cercare un prodotto che sia realmente il più sano, anche se ciò comporta di percorrere da nord a sud l’Italia, verso il concetto di qualità ed il meglio per i suoi clienti

A partire da Locanda Rei, il Ristorante tutto suo a Sant’Agnello,  inizia il suo nuovo percorso di libertà, per esprimere tutta la sua creatività, elaborando ogni giorno nuove ricette, frutto di una profonda ricerca e sperimentazione tra i fornelli.

La sua è una capacità naturale, quella di percepire gli aromi, i profumi, misurare la vista all’olfatto ed al gusto per esaltare ogni  materia prima che ha davanti, e diventare interprete di una nuova cucina. Prende vita così la sua filosofia culinaria. Creare piatti semplici ed unici per emozionare, dove antiche usanze e sapori che appartengono alla memoria, vengono ogni giorno riletti con il gusto contemporaneo.

Michele: – rispetto il concetto di stagionalità che mi porta a cucinare sempre dei prodotti diversi e freschi e ad assicurare ai miei ospiti il meglio che si possa trovare sul mercato, per regalare un’esperienza unica. Un cliente che viene nella mia locanda, deve aspettarsi una cucina di ricerca ma con le  basi della tradizione mediterranea. Il mio forte sono i primi piatti a base di pasta artigianale. Fare la pasta fresca è la mia passione. Cosa c’è di più semplice dell’unione tra acqua, farina, sale e uovo, un impasto che realizzo con le mie mani, con ingredienti freschi e genuini. Ma oltre alle materie prime,il segreto per ottenere un’ottima pasta fresca è la sua lavorazione. Non ci vuole molto tempo circa 20 minuti per un impasto liscio ed elastico, 30 minuti per farlo riposare e poi ravioli, tortellini, lasagne, ma soprattutto il mio forte sono le pappardelle. Sin da piccolo nella cucina della mia famiglia ho imparato ad apprezzare il valore dei piatti fatti in casa, e ancor oggi credo chetutto ciò che si prepara con le proprie mani assume un altro sapore.-

Ecco i suoi piatti preferiti. Abbiamo le “Pappardelle con il Piennolo”  del Vesuvio, una ricetta antichissima,  con scaglie di provolone del Monaco; Montanarina con la genovese al profumo di tartufo e provolone e Pesce Mediterraneo su crema di lenticchie. Le pappardelle con il pomodorino sono un grande capolavoro di equilibrio, la pasta ruvida fatta a mano con il pomodorino tutelato dalla Dop, una esplosione solare di profumi campani. Michele:- Cerco di fare le cose fatte bene con la speranza che piacciano. Le ricette nascono principalmente nella mia testa; mi viene un’idea a corro a segnarla. Sono questi i piatti più geniali e ricchi di semplicità che i buongustai amano. I sapori Mediterranei sono sempre apprezzati dalla clientela. Una cucina dai sapori e dai colori coinvolgenti, ma soprattutto onesta e salutare. -