SANTIN E DE VIVO

di Marco Pirollo

Dallo scorso aprile a Pompei si possono gustare i dolci firmati da Maurizio “Black” Santin, già due volte proclamato Pasticciere dell’Anno (1998 e 2008), volto noto della tv italiana grazie alla trasmissione “Dolcemente” in onda su Gambero Rosso Channel e per alcune apparizioni a “La prova del cuoco” su Rai Uno.

Anzi, a Pompei capiterà spesso di incontrarlo di persona e stringergli la mano, perché il celebre pastry chef di Milano, ormai conosciuto anche oltre i confini europei, ha avviato una importante collaborazione con la Pasticceria De Vivo. Qui, oltre a essere a capo del team dei pasticcieri, si occuperà in modo particolare dell’innovazione e della pasticceria creativa, con il compito di sviluppare nuove creazioni.

Su questo versante la collaborazione di Maurizio Santin con la pasticceria pompeiana ha trovato sicuramente terreno fertile, alla luce della continua ricerca della novità che da sempre ha caratterizzato l’attività di De Vivo.

Maurizio “Black” Santin, 53 anni, milanese doc (anche se oggi vive a Sondrio), è soprannominato “Il Cuoco Nero”, un po’ per la divisa che indossa, un po’ per il suo carattere molto scrupoloso tra i fornelli e un po’ anche per la sua grande passione in cucina che è sicuramente il cioccolato, alimento con il quale ha sempre “giocato”, dando libero sfogo alla sua innata creatività.

La popolarità è arrivata anche, come detto, grazie alla trasmissione “Dolcemente”, in onda su Gambero Rosso Channel, in cui presenta quotidianamente una ricetta golosa: un programma che va avanti dal 2004, a testimonianza del grande gradimento da parte del pubblico.

Insomma, con la collaborazione tra due nomi come Santin e De Vivo “se ne mangeranno” delle belle a Pompei.

Attachment

simona3000