A ROMA IL PREMIO BIOL 2019 VA ALL’AZIENDA SOLE DI CAJANI

l Gran Galà di Premiazione del Premio BIOL 2019, rassegna internazionale riservata ai migliori oli biologici, si è svolto questa mattina a Roma, presso la sede del MIPAAF Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali. La rinomata azienda biologica Sole di Cajani di Caggiano si è aggiudicata l’ennesimo prestigioso premio “Biol Campania” con il proprio olio extravergine di oliva denominato Verbìo, una vera eccellenza dai soleggiati uliveti del Tanagro, nel basso salernitano. Presente Rosanna Raimondo della omonima famiglia titolare dell’azienda campana.

Sole di Cajani non è nuova a simili e così importanti palcoscenici; infatti sono diversi anni che puntualmente si aggiudica riconoscimenti a livello nazionale come la Sirena D’Oro, L’Orciolo d’Oro, Primula Olei e L’Oro d’Italia. Nel 2016 a Pesaro ottenne anche il premio “all’Etichetta Artistica”, a testimoniare una capillare attenzione dedicata ad ogni aspetto del processo di vendita e marketing, oltre che produttivo. Verbìo è un olio biologico monocultivar 100% italiano, fruttato medio-intenso, di tipo erbaceo, con sentore di carciofo e mandorla, estratto a freddo, di colore verde con riflessi gialli, ottenuto mediante spremitura di olive al giusto grado di maturazione, selezionate e colte direttamente dall’albero di varietà Carpellese, Pendolino e Leccino. 

Al gusto dona sensazione iniziale di dolce con note di amaro e piccante di media intensità. Presenta un finale di bocca piacevole di carciofo e mandorla. L’azienda Sole di Cajani, per le proprie indiscusse caratteristiche qualitative, è associata a La Rete del Gusto della Dieta Mediterranea, progetto del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

 Alberto De Rogatis

Attachment

olio-italiano-cina