CARACOL

di Patrizia Zinno

Ci troviamo al CaracolRistorante Gourmet, nel noto complesso alberghiero Cala Moresca di Bacoli, accanto al faro di Capo Miseno, un luogo esclusivo immerso nel verde,  dove la tradizione culinaria mediterranea la fa da padrona. I colori ed il  profumo del mare e la veduta sublime dalla terrazza, ci ricorda la prua di una nave con vista mozzafiato su Capri, Ischia e Procida, uno scenario surreale da fa rimanere a bocca aperta,un panorama che sembra uscito da un sogno straordinario. E’ un luogo incantevole per vivere una esperienza di gusto che abbraccia tutti i sensi.

Tutto questo grazie alla creatività dello Chef Angelo Carannante, 1 stella Michelin ottenuta il 16 novembre 2018, una eccellenza della gastronomica Campana che valorizza le qualità uniche dei prodotti del territorio, Campi Flegrei, attraverso esclusivi piatti Gourmet di straordinaria fattura. La sua figura negli anni, è cambiata sempre più. Oggi  è diventato uno chef lungimirante con idee precise ed innovative, un progettista alimentare che pensa al territorio dove la cucina è protagonista unita al mix di gusti giusti per avere la giusta esplosione dei sapori. Per la ricercatezza di un piatto, da più importanza alla salutare preparazione, alla bellezza del piatto, al profumo degli ingredienti accuratamente selezionati, senza tralasciare il sapore ed il legame con la tradizione culinaria locale. Mangiarestellato diventa in questo modo un viaggio sensoriale dove nulla è lasciato al caso.

Lo Chef Angelo: – Quello che penso, che preparo, che modifico e poi propongo, diventa per magia un piatto del mio territorio, che mi ispira ogni giorno. La mia cucina è fatta di passionee nasce dal desiderio di ricerca e sperimentazione culinaria, con il  progetto, Caracol,il nome stesso del locale (in spagnolo significa lumaca).  Gli ideatori e titolari sono i noti imprenditori Roberto Laringe e Alfredo Gisonno, che dopo importanti esperienze nel settore alberghiero e ristorativo, hanno deciso di aprire questo angolo di Paradiso con un Ristorante gourmet. La tradizione e la cultura storica del territorio sono gli ingredienti riconoscibili in ogni mia ricetta, fatta di equilibri, sapori armoniosi, stagionalità ed un tocco innovativo, con sé i colori ed i profumi del mare, dove le mie idee si possono trasformare quotidianamente in una esperienza di gusto che coinvolge tutti i sensi-

Lo Chef Angelo Carannante è napoletano doc, di una incredibile energia e dal carattere molto solare. Classe 1979 si è diplomato alla scuola Alberghiera Petronio di Pozzuoli, e per iniziare a fare il cuoco, ha lavorato in tutte le ristorazioni locali per imparare la cucina di mare; poi nel 2000 all’ Holiday Inn Resort a Castel Volturno facendo esperienze nella preparazione di antipasti; si è poi trasferito nella capitale, Roma presso lo Chef stellato di fama internazionale, Antonello Colonna nel Resort & Spa, Labico; poi  sempre nella capitale, il Ristorante a 5 stelle “RADISSON BLU ES ROME” Design & SPA Hotel.  Ha perfezionato la sua tecnica con i Fratelli Cerea (2* Michelin) e Vincenzo Camerucci (1* Michelin). Ritornato in Campania, ha collaborato con Giuseppe D’Addio della scuola “Dolce e Salato” nel progetto D Wine Soul Food a Via Partenope.

Nel 2011 finalmente è approdato al Ristorante Marennà, 1 stella Michelin lavorando come sous chef con Paolo Barrale per circa due anni, ma è in Costiera Sorrentina che ha avuto modo di approfondire la vera cultura mediterranea della sua attuale cucina; ha infatti ricoperto il ruolo di Executive sous chef del Ristorante Terrazza Bosquet dell’intramontabile Grand Hotel Excelsior Vittoria di Sorrento, acquisendo nel 2013 con Luigi Tramontano 1* Michelin. E nel 2016 ritorna nella sua terra di origine, per dirigere il fortunato progetto CARACOL, con un bagaglio ricco di eccellenti esperienze nel settore, acquisite negli anni. Con lui in sala Ciro Sannino, maitre sommelier, e per le dolcezze a tavola, il Maestro Pasticcere Felice Pragliola. Il Piatto esclusivo dello Chef è “ Lo Spaghetto Iodato” creato nel 2018. Uno spaghettone al dente, perfetto, al profumo Mediterraneo a base di ricci di mare, salsa di ostriche, nero di seppia, colatura di alici ed anemoni di mare e sopra una insalatina di lattuga di mare al profumo di limone. Una scelta per altro molto golosa, un raro equilibrio di sapori che si apre nel piatto, dove la preparazione è spettacolare. Pochissimi chef possono permettersi così tanti ingredienti insieme senza creare confusione, bensì richiami continui tra un sapore e l’altro, dove il sentore iodato crea una piacevolezza di mare intensa ma dolce.

Attachment

1. angelo Carannante