Author Archives: Sabrina Di Costanzo

Aroma.

Considero una delle esperienze gastronomiche  tra le  più interessanti a  Roma. “Aroma” offre ai suoi clienti un’atmosfera intima, personale cordiale e sorridente e uno chef con un team eccellente che prepara piatti degni di nota sull’inca ...

Il “Vun”.

Il “Vun” , Stella Michelen  è stato progettato dall’architetto Ed Tuttle ed è situato nel centro della città di Milano, di fronte alla Galleria Vittorio Emanuele II. Un ambiente di eleganza sobria e raffinata , composto da soli 52 posti, dove po ...

L’oro nero di Napoli.

Svariate leggende ruotano attorno l’origine del caffè ,il quale, secondo la più attendibile delle ipotesi, dovrebbe la sua scoperta a un gregge di capre curiose le quali, attratte da una pianta di caffè, cominciarono a masticarne le foglie. In seguit ...

Osteria Francescana.

Non poteva mancare un italiano nella top ten dei migliori ristoranti del mondo. Si tratta dell’Osteria Francescana di Massimo Bottura a Modena, ristorante pluripremiato con tre stelle Michelin, che si aggiudica,per il secondo anno consecutivo, il te ...

“Feriae Augusti”.

Etimologicamente il termine Ferragosto deriva dal latino “Feriae Augusti”, e indica la festa introdotta in onore dell’imperatore romano Augusto con cui, dal primo giorno del mese di Agosto, si celebrava la raccolta dei cereali e dunque la fine dei p ...

I piatti poveri dalla cucina napoletana..

Tra gli alimenti più poveri ci sono le freselle, ciambelle biscottate di pane duro, dalla facile conservazione, che, bagnate, sono la base della caponata, condite con pomodoro fresco,aglio, olio, origano e basilico. Altro piatto tipico sono gli spaghe ...

L’antenata “griscia”.

L’amatriciana deriva dall’antenata griscia, piatto tipico della frazione del comune di Accumoli di nome Grisciano, era l’attuale amatriciana senza pomodoro con qualche diversità anche negli ingredienti. L’aggiunta del pomodoro nella griscia r ...

Il vino dolce dei romani.

I romani amavano molto il vino dolce. Per fare il vino i romani, stendevano al sole i grappoli, al quarto giorno poi li si pigiava e al mosto così ottenuto, bollito si aggiungeva, un’oncia di radice iris. Si otteneva il mulsum mischiando al mosto il mi ...

Qas’at.

Qas’at, dall’arabo significa “bacinella”, una torta tradizionale siciliana a base di ricotta di pecora zuccherata, pan di Spagna,  frutta candita e pasta reale. Le  sue radici risalgono nel IX secolo in Siciliadurante la denominazio ...